top of page

I cinque "must-NOT-have" del tuo guardaroba

Aggiornamento: 15 apr 2021

E' iniziata la primavera, e come ogni anno, gli esperti di moda ci propongono i trend per la nuova stagione primavera-estate, e i relativi capi "must-have".

Io invece vorrei parlarti dei "must-NOT-have": cinque capi da eliminare dal tuo guardaroba, per vivere al meglio la prossima stagione. Vuoi scoprirli con me?

Organizzazione armadio
  1. Capi che non sono della tua taglia attuale

Li hai anche tu nell'armadio? Jeans che indossavi per andare all'Università, camicette che usavi quando allattavi, la maglietta della gara di atletica delle medie, il cappotto della zia Claudia che se deciderai di avere un altro figlio ti potrebbe andare perfetto...

Tutti lì appesi in ordine nell'armadio (o ammonticchiati in qualche modo, non fa differenza) a occupare preziosissimo spazio e a confonderti le idee quando cerchi qualcosa da mettere, magari al volo perché sei in ritardo... Ti capita?

A me sì, è capitato tante volte, e di solito, più fretta avevo di prepararmi, più mi ritrovavo in mano vestiti troppo stretti o troppo larghi... Parlo al passato, perché ad un certo punto ho deciso: tengo nell'armadio solo quello che mi va bene adesso. I vestiti per la "me" di oggi.

E scegliere cosa mettere diventa molto più facile!


2. Capi scomodi, che non ti fanno sentire a tuo agio.

Il maglioncino a collo alto che prude terribilmente, la gonna un po' troppo corta, che poi passi la giornata a tirare giù e sistemare, la camicetta in poliestere 100%, che rischi di prendere fuoco se agiti le braccia, quei "mom-jeans" così di moda, ma così rigidi e a vita alta che non riesci neanche a sederti...un incubo! Ma perché soffrire? I vestiti dovrebbero essere tuo alleati, dovrebbero farti sentire comoda, a tuo agio, al caldo in inverno e fresca d'estate!

Io dico "NO" ai vestiti torturatori: fuori dall'armadio, grazie.


3. Capi che non si addicono al tuo stile di vita

C'è stata una fase della mia vita nella quale pensavo che le uniche scarpe belle fossero quelle con il tacco; le altre erano banali e noiose. Ne avevo diverse paia, e solo una o due sneakers (o scarpe da tennis, per chi ha la mia età!) più rovinate e consumate, perché le utilizzavo molto più spesso. Nel tempo ho capito che la mia scelta non era molto saggia: investivo più soldi e spazio per scarpe che usavo raramente, e meno per le scarpe che usavo tutti i giorni. Ho quindi eliminato un po' dei miei tacchi (ne ho tenuto qualcuno, eh!) e investito di più in scarpe basse, che uso molto più frequentemente. Si addicono di più al mio stile di vita, vanno meglio per correre dietro ad un autobus o per fare la spesa, senza rompermi una caviglia!


4. Capi che ti suscitano brutti ricordi

Hai presente la classica scena da film, nel quale la ragazza ritrova nell'armadio la felpa dell'ex-fidanzato, e la indossa piangendo sul divano e mangiando gelato direttamente dalla vaschetta?

Ecco, quella felpa lì va eliminata dal suo armadio!

Il gelato lo teniamo, magari anche condiviso con delle amiche.

Niente vestiti che ci fanno diventare tristi!



Per l'illustrazione ringrazio il bravissimo Matteo.


5. Capi che hanno bisogno di riparazioni

Infine, nel tuo armadio ci sono essere capi che sono della taglia giusta, del tuo stile, comodi e belli, ma...la cerniera non funziona!

Oppure hai perso qualche bottone di quella bella camicetta e non puoi più indossarla. Che peccato! Se è così, e la riparazione da effettuare è il vero motivo per cui non indossi questi capi. Mettili in una borsa per portarli ad una sarta, o se sei in grado di sistemarli da sola, segnati in calendario un po' di tempo per farlo.


A questo punto, dovresti trovarti con un mucchietto di abiti sul pavimento, che eliminerai dal tuo guardaroba. E cosa ne farai?


Aspetta, non buttarli in pattumiera! Se hai un po' di pazienza, settimana prossima ti racconto cosa puoi farne, facendo del bene al pianeta e a te stessa e agli altri.

Ti aspetto!








73 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page