top of page

Di quanti asciugamani hai bisogno?

Ho recentemente guardato un Ted talk su Youtube, intitolato proprio così: "How many towels do you need?"

La speaker, Rose Lounsbury, moglie e madre di tre (!) gemelli, scrittrice e "Semplicity coach" racconta di come e quando è iniziata la sua passione per il minimalismo e per la semplicità.


"Erano da poco terminate la vacanze di Natale, e con mio marito e i nostri tre bambini, che all'epoca avevano 3 anni, stavamo rientrando a casa dopo aver trascorso le feste da parenti. La nostra auto era carica fino a scoppiare dei bagagli che avevamo portato per il viaggio, ed in più, di tutti i regali che i bambini avevano ricevuto da nonni e zii. La nostra casa era già piena prima della partenza, non saremmo mai riusciti a farci entrare anche tutto quello che dovevamo scaricare dalla macchina! Cosa potevamo fare? Comprare una casa più grande? Al momento non era possibile. Smettere di comprare regali di Natale per sempre, per tutti, per tutta la vita? Forse, ma non sarebbe bastato, per quanto estremo! Dovevamo cambiare mentalità, e iniziare a vivere solo con il necessario. Dovevamo diventare minimalisti".


E' capitato anche a te di sentirti sopraffatta dagli oggetti che hai in casa? Di pensare che non hai abbastanza spazio, abbastanza contenitori, abbastanza tempo per riordinare... A me è successo! E proprio come Rose, ho provato a riflettere, e lentamente ho cambiato il modo in cui guardavo la mia casa: "Forse non ho poco spazio, forse ho troppe cose..."



E così, Rose continua: "Ho aperto l'armadio della biancheria di casa, trovandomi davanti un muro di asciugamani. E mi sono posta la fatidica domanda: di quanti asciugamani ha bisogno la mia famiglia? La risposta, inaspettatamente, era già dentro di me, ed era: due a testa. Un po' sconvolta dalla facilità con cui avevo risolto l'enigma, ho chiesto a mio marito se fosse d'accordo ad avere solo dieci asciugamani in totale, per tutti noi. Lui, con espressione estremamente assorta per il grande interesse al problema del numero degli asciugamani (o forse perché stava guardando la partita?) mi ha risposto " Ehm...ok". Da allora, e sono passati anni, abbiamo dieci asciugamani in tutto, e posso garantire che tutti i membri della famiglia sono stati asciugati quando ne avevano bisogno!"


Rose ha capito che può vivere (e molto bene, anzi meglio!) con meno cose di quante pensava, e soprattutto, con meno cose di quante la pubblicità, i social, la società in genere, ci fanno credere di avere bisogno.


Ma quindi, cosa significa essere minimalisti? Vivere in una casa vuota, vestirsi solo di grigio, possedere solo un piatto e una forchetta? Oppure avere solo 5 magliette, 3 pantaloni, 4 libri ed 1 pianta?


Non esiste una ricetta per diventare minimalisti! Il numero degli oggetti non è importante. Quello che importa è che ogni oggetto che tu possiedi sia utile per te, oppure che sia bello, sempre PER TE.


"Have nothing in your house that you do not know to be useful

or believe to be beautiful"

William Morris


Semplice e chiaro, vero? Se un oggetto non è utile per te, e con utile intendo che davvero lo usi, e se non lo trovi bello, perché lo tieni? Sarebbe meglio lasciarlo andare, perché potrebbe essere utile per qualcun altro, o bello per qualcun altro.


Questo discorso vale anche per i regali. Penso ti sarà capitato di ricevere un regalo che non è utile, né bello per te. E, quasi certamente, a tutti noi è anche capitato di fare un regalo, che, nonostante le nostre migliori intenzioni, non era bello né utile per chi lo ha ricevuto.


Cosa facciamo in questo caso? Cosa vorremmo che facesse la persona che ha ricevuto il nostro regalo?

Io credo che la frase fatta "basta il pensiero" sia valida. La persona che ti ha fatto il regalo si è ricordata del tuo compleanno, o ha pensato a te per Natale, ho speso tempo per decidere cosa regalarti, ha speso dei soldi per l'acquisto, e poi ha impacchettato il suo dono, e magari ha anche scritto un bigliettino di auguri... Questo è il vero valore del regalo, sei d'accordo? Il pensiero, il tempo e la dedizione di quella persona per te.

E se l'oggetto scelto non ti serve, o non ti piace, o sciaguratamente, né l'uno né l'altro?

Ringrazia di cuore chi ti ha fatto il regalo, e poi lascialo serenamente andare.

L'obiettivo del dono è trasmetterti il messaggio che la persona che te lo donato tiene a te, che ti ha pensato.


Il vero valore non è nell'oggetto, ma nel gesto di regalarlo. Il "regalo" è un oggetto, e una volta che è nostro, possiamo decidere come gestirlo: se ci è utile, usiamolo! Se è bello, esponiamolo, in modo che la sua vista ci rallegri. Ma se non lo è, lasciamolo andare perché possa essere utile o bello per qualcun altro.


Lo so, non è un modo molto diffuso di vedere le cose. Però prova a rifletterci, mi piacerebbe sapere cosa ne pensi...


Quello che posso assicurati è che gli effetti benefici del minimalismo non si limitano ad una casa, spaziosa, sgombra, veloce da riordinare e da pulire (che già non è poco!), ma si riflettono anche su di te. Meno cose possiedi, più tempo avrai. Una casa ordinata e rilassante ti porta ad essere più rilassata, ad avere ordine anche dentro di te. Ti porta a fare chiarezza su cosa vuoi davvero dalla vita, a capire quali sono i tuoi valori e di conseguenza i tuoi obiettivi.

Certo, è un percorso da affrontare con calma, è meglio non buttare via tutto dall'oggi al domani! Ci sono tantissime tecniche e modi diversi per iniziare a liberarsi del superfluo, e se vuoi ti posso accompagnare in questo percorso. Ma tutto nasce dal prendere consapevolezza del nostro ambiente. Nasce dal guardarsi intorno e desiderare un cambiamento, una crescita, un miglioramento della nostra qualità di vita.


E tu, di quanti asciugamani hai bisogno?


Se vuoi guardare il video di Rose Lounsbury, ti lascio qui il link.

Se vuoi farmi una domanda, o un commento, questo è il mio indirizzo email: silvia@semplificaeorganizza.com.

Se ti interessa parlare ancora di minimalismo e approfondirne i temi, torna presto a trovarmi!





66 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page